La bouffeè delirante polimorfa

Definizione: La bouffeè delirante polimorfa è uno stato psicopatologico acuto, improvviso, con la presenza di un delirio ricco e polimorfo; Esordio: in soggetti giovani, preceduta da comportamenti insoliti, ragionamenti strani e disturbi del sonno. Può essere ricollegabile ad un lutto, ad uno shock emotivo o ad un fallimento affettivo. Il soggetto è completamente catapultato in fantasie senza dimostrare alcun interesse … Continua a leggere

Disturbo di personalità bordeline

Tale patologia ebbe un rigore diagnostico a partire dagli anni 60, in cui si evidenziarono quattro sottogruppi di pazienti: —       Tipo I: versante psicotico; —       Tipo II: affetti negativi e poche relazioni interpersonali; —       Tipo III: perdita di identità; —       Tipo IV: versante nevrotico Tale patologia  ha quattro caratteristiche: —       Rabbia come affetto principale; —       Difficoltà relazionali; —       Assenza di … Continua a leggere

La psicosi puerperale

La psicosi puerperale è uno stato psicotico acuto, improvviso, che si presenta tra il 5° e il 25° giorno dopo il parto. È preannunciato da elucubrazioni ansiose, incubi e irrequietezza notturna. La sintomatologia è polimorfa e labile, le alterazioni della coscienza sono lampanti e l’umore è depresso con tonalità ansiosa. Temi del delirio: negazione della maternità, di non appartenenza, di … Continua a leggere

La percezione

Con il termine “percezione” si intende il complesso processo di trasformazione ed interpretazione dell’informazione sensoriale, che coinvolge una varietà considerevole di meccanismi di elaborazione. La percezione dipende dai sistemi fisiologici di base legati a ciascuna modalità sensoriale dai processi cerebrali centrali che integrano ed interpretano il prodotto di questi sistemi fisiologici. Vi è anche un crescente interesse nel campo dell’intelligenza … Continua a leggere

L’intelligenza

Stern definiva l’intelligenza quella capacità o disposizione dell’individuo ad utilizzare tutti gli elementi del pensiero necessari a riconoscere, impostare e risolvere nuovi problemi. Il termine “intelligenza” è sempre stato fonte di dubbi, critiche e incomprensioni. C’è chi la intende una facoltà unica, misurabile e quantificabile e chi, invece, la ritiene un costrutto ipotetico e sovraordinato che accomuna diverse capacità e … Continua a leggere

L’attenzione

il concetto di “attenzione” ha avuto diverse interpretazioni nel corso dell’ultimo secolo. Moray (1969) ha osservato che con il termine di attenzione a volte si indica la capacità di selezionare, per una ulteriore elaborazione, parte delle stimolazioni in arrivo, ma è anche stato usato come sinonimo di concentrazione o set mentale. Con il termine di attenzione si è anche fatto … Continua a leggere

La diagnosi nell’approccio sistemico – relazionale

La psicoterapia sistemica negli ultimi venticinque anni è andata incontro a un processo di importanti trasformazioni epistemologiche che l’hanno svincolata dal pragmatismo internazionale della prima fase e l’hanno riaperta alle dimensioni della storia, del passato e della ricerca di significati; ciò ha soprattutto consentito di abbandonare concezioni di funzionalismo cibernetico e ha riportato sulla scena sistemica gli individui e i … Continua a leggere

Salvador Minuchin

Salvador Minuchin propone nelle sue due opere di maggior rilievo, “Famiglie e terapia della famiglia” e “Famiglie psicosomatiche – l’anoressia mentale nel contesto familiare”, sia un modello strutturale come base degli approcci terapeutici con le famiglie, sia un approccio innovativo allo studio e all’intervento delle condizioni di malessere psicosomatico. In “Famiglie e terapia della famiglia” descrive in modo molto dettagliato … Continua a leggere

M.S. Palazzoli

La Selvini Palazzoli è considerata l’autrice italiana di maggior rilievo in abito internazionale in quanto, grazie al suo libro “Paradosso e controparadosso”, è riuscita a rendere chiari ed operativi in ambito terapeutico molti dei concetti teorici esposti da autori quali Bateson e Watzlawick. La modalità di lavoro proposta dall’autrice e dai suoi collaboratori nella prima parte dell’opera è molto dettagliata … Continua a leggere

Ivan Boszormenyi – Nagy

  Boszormenyi – Nagy propone come assunto fondamentale, nella comprensione delle dinamiche relazionali delle famiglie che intraprendono un percorso terapeutico, il concetto di lealtà invisibili. Egli afferma infatti che nelle famiglie si sviluppa un sistema quasi di tipo economico in termini di “dare” e “avere” e che questo rendiconto è di tipo multigenerazionale; all’interno di tale sistema i singoli soggetti … Continua a leggere