Watzlawick e Bateson

  Molto probabilmente dobbiamo a questi due autori le attuali evoluzioni della terapia familiare in quanto possono essere considerati coloro che hanno gettato le basi per una rivoluzione concettuale e paradigmatica allo studio dell’individuo e della sua partecipazione alla realtà sociale. Bateson, nello specifico, presenta nella sua opera una serie di articoli il cui scopo è quello di mettere in … Continua a leggere

Carl A. Whitaker

  Whitaker, nel suo libro “Considerazioni notturne di un terapeuta della famiglia”, espone il suo pensiero rispetto al fare terapia, concentrandosi, diversamente dagli altri autori, su aspetti estremamente personali e non meramente didattici; egli infatti dedica il primo capitolo del libro alla sua biografia, descrivendo la sua infanzia vissuta in una fattoria, caratterizzata dal duro lavoro nei campi e dal … Continua a leggere

Principi, caratteristiche e obiettivi della diagnosi psicologica

Facendo riferimento all’etimologia del termine, per diagnosi psicologica si intende sia il processo per mezzo del quale (dia-) cerchiamo di conoscere (gnosis) il funzionamento psichico di un determinato soggetto sia la denominazione, basata su una terminologia condivisa dalla comunità scientifica, che attribuiamo a tale funzionamento. La diagnosi è dunque una mappatura del funzionamento psichico che si traduce in una descrizione … Continua a leggere

Murray Bowen

Bowen nel suo testo “Dalla famiglia all’individuo – la differenziazione del sé nel sistema familiare” propone una teoria della terapia familiare incentrata quasi totalmente sul processo di differenziazione del sé, inteso come capacità di raggiungere una buona maturità emotiva che un individuo mette in atto nel suo sistema familiare e nello specifico all’interno della sua famiglia nucleare. L’autore espone il … Continua a leggere

La diagnosi psicodinamica

Fra i clinici di orientamento psicodinamico è abbastanza frequente riscontrare una certa diffidenza nei confronti dell’attività diagnostica. Nell’ottica psicodinamica, infatti, i sintomi, i comportamenti osservabili e i disturbi accessibili alla rappresentazione cosciente costituiscono solo la fenomenologia di una vicenda le cui radici si trovano nei significati personali e nella dinamica inconscia. Dare il massimo valore ai significati personali, alla soggettività, … Continua a leggere

La diagnosi Strutturale di Kernberg

L’approccio strutturale alla diagnosi elaborato da Kernberg nasce dall’applicazione clinica di un modello integrato in cui confluiscono la psicoanalisi freudiana e kleiniana, la psicologia dell’ Io, la teoria delle relazioni oggettuali, le ricerche sull’infanzia e sulla biologia delle emozioni. L’obiettivo di questa valutazione strutturale è quello di elaborare un profilo delle diverse organizzazioni di personalità che possa facilitare la diagnosi … Continua a leggere